fbpx

Pink Society

lo sguardo rosa sulla società

Rimettersi in forma dopo le vacanze: bastano una dieta equilibrata e una passeggiata quotidiana

Non servono diete drastiche o allenamenti troppo faticosi: ci vogliono 8000-10000 passi al giorno e un’alimentazione equilibrata

Oramai si sa, durante le vacanze estive il peso degli italiani aumenta in media di 3 chili rispetto all’inizio del periodo estivo. Si stima che in media durante il pranzo di Ferragosto, le serate in pizzeria o il rito del gelato quotidiano si arrivino ad assumere in media fino a 6000 calorie giornaliere, ovvero circa il triplo di quelle raccomandate. Grazie all’app WeWard â€“ l’app che motiva gli italiani a camminare – non solo è possibile smaltire più velocemente i chili di troppo, ma si è anche remunerati economicamente per ogni passo percorso.

Uno studio dell’Ospedale Niguarda di Milano spega come le “diete detox” – che promettono di ripulire il corpo dalle scorie in poche settimane – in realtà non aiutino a risolvere il problema dei chili di troppo. Questo perché Ã¨ il nostro organismo la migliore macchina detossificante che si possa mai desiderare.

Secondo questo studio – principalmente dopo le feste e più in generale durante l’anno – è necessario impegnarsi attivamente per avere uno stile di vita sano e un regime alimentare regolare. Le vacanze sono periodi dell’anno in cui si verifica effettivamente un sovraccarico e alcuni organi vanno inevitabilmente sotto stress. Organi tra cui il fegato, l’intestino, il pancreas, i reni e la pelle. Per questo è necessario adottare un’alimentazione da mantenere non solo dopo le vacanze ma per tutto l’anno.

La base da cui partire per avere un’alimentazione sana e sostenibile nel tempo è una dieta il più varia possibile, che comprenda carboidrati, proteine e fibre in quantità bilanciate; vitamine antiossidanti come la vitamina A e la vitamina C che si possono trovare in frutta e verdura; integrare nella dieta lo zolfo, che aiuta a produrre sostanze utili per solubilizzare le tossine a livello epatico ed è presente in quantità più elevate nelle brassicacee (cavoli, cavolfiori e broccoli) e infine bere tanta acqua, che aiuta a eliminare l’eccesso di sale accumulato con i cibi ipercalorici che spesso ne contengono quote troppo elevate. 

Non servono diete drastiche o allenamenti troppo faticosi: ci vogliono 8000-10000 passi al giorno e un’alimentazione equilibrata

Ad una dieta bilanciata bisogna però associare il movimento. Camminare è la più semplice delle attività fisiche poichè regala benefici contro il sovrappeso, l’ipertensione, il diabete e lo stress. L’obiettivo sono diecimila passi al giorno (indicato dall’OMS), ma anche 400 metri in più fanno la differenza.

Camminare aiuta a ridurre il livello di colesterolo “cattivo” (o LDL, lipoproteine a bassa densità che trasportano il colesterolo dal fegato alle cellule di tutto l’organismo) e alzare quello “buono” (o HDL, lipoproteine ad alta densità, che portano il colesterolo in eccesso dai tessuti corporei verso il fegato che ha il compito di smaltirlo).

Camminare aiuta ad abbassare la pressione arteriosa, a controllare il rischio di diabete di tipo2, a tenere il peso nei limiti desiderabili. Una passeggiata di un’ora a quattro chilometri all’ora, per esempio, fa spendere fra le 100 e le 200 calorie e fa bruciare almeno sei grammi di grasso. 

Per smaltire i chili accumulati durante le festività e incoraggiare la camminata, l’app WeWard premia ciascun utente in base al numero di passi quotidiani percorsi e organizza regolarmente azioni e sfide.

Per fare un esempio, WeWard mette in palio Ward addizionali per coloro che riescono a fare 3.000 passi prima delle 7 del mattino, a convalidare 5.000 passi in 30 minuti, oppure riescono a totalizzare 10.000 passi al giorno per due settimane… In questo modo l’applicazione cerca di cambiare le abitudini dei suoi utenti in modo che essi possano apprezzare tutti i benefici che la camminata può apportare, peso compreso.

I Ward accumulati si possono poi convertire per ottenere regali o denaro attraverso bonifici sul proprio conto corrente.

Premiamo il benessere degli utenti aumentando il loro tempo di camminata e gratificando finanziariamente la loro attività fisica

« Più di 1 italiano su 20 oggi  utilizza WeWard, ovvero oltre 3 milioni di persone. Cio’ significa che il nostro messaggio è stato capito ed apprezzato. Questi risultati ci incoraggiano e ci portano a credere che sempre più persone si metteranno in cammino per prendersi cura di loro stesse, della loro salute, del loro peso e, allo stesso tempo, anche della salute del nostro pianeta. Â» – ha dichiarato Fabrizio Conti, Country Manager Italia di WeWard.

PS: noi in Redazione già la usiamo 😉 L’app è disponibile sia per Android che per i dispositivi iOS. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web https://it.weward.fr/