fbpx

Pink Society

lo sguardo rosa sulla società

11 Consigli zero-waste per la tua casa

11 Consigli zero-waste per la tua casa

Invece di smistare montagne di rifiuti, perchè non provare semplicemente a crearne di meno? Ecco alcuni consigli per chi vuole avvicinarsi allo stile di vita zero-waste (zero rifiuti) e ridurre gli sprechi partendo dalla propria casa.

Che cos’è lo stile di vita zero waste?
Per rispondere in modo semplice: fare il possibile per non mandare nessun rifiuto verso discariche ed inceneritori.
Come? Riducendo ciò di cui abbiamo bisogno, riutilizzando il più possibile, buttarndo via solo il minimo indispensabile e compostando il resto.

La risposta meno semplice: ridefinire il sistema.
Attualmente viviamo in un’economia lineare in cui prendiamo risorse dalla terra e poi le scarichiamo in un gigantesco buco nel terreno. L’obiettivo zero waste è passare ad un’economia circolare in cui viene eliminata l’idea di “spazzatura” dall’esistenza umana. L’economia circolare vuole imitare la natura in quanto non c’è spazzatura in natura.

Sia che tu sia solo incuriosita e interessata all’argomento per iniziare a ridurre i tuoi rifiuti, sia che tu abbia già avviato il processo da tempo, questo articolo ti darà degli spunti per ridurre ulterirormente gli sprechi (e forse fare qualche economia nel frattempo!) ed avvicinarti allo stile di vita zero-waste.

Anche senza cambiamenti drastici, è possibile cambiare gradualmente le proprie abitudini di consumo per ridurre notevolmente gli sprechi in tutti gli ambiti della propria casa, grazie a pochi semplici consigli da mettere subito in pratica.

Lo zero in “zero-waste” lo potrebbe far sembrare deprimente o difficile da ottenere. Ma un tale preconcetto non potrebbe essere più lontano dalla verità. Vivere con meno sprechi non è solo migliore per l’ambiente; migliora la salute e fa risparmiare tempo e denaro!
E per iniziare ad adottare un lifestyle zero-waste ecco una semplice linea guida:

  • Rifiuta ciò che non ti serve
  • Riduci ciò di cui hai bisogno (e non puoi rifiutare)
  • Riutilizza ciò che consumi (e non puoi rifiutare o ridurre)
  • Ricicla ciò che non puoi rifiutare, ridurre o riutilizzare
  • Il resto, nel compost

Ecco i nostri consigli per avvicinarti allo Zero-Waste:

Rifiuta

  • Elimina la pubblicità cartacea e la posta indesiderata. Non è solo uno spreco di risorse, ma anche di tempo. Puoi segnalarlo direttamente sulla tua cassetta della posta.
  • Rifiuta omaggi di marketing che non ti servono davvero. Chiediti: hai davvero bisogno di una penna “gratuita” o di un cappellino di una marca di detersivo che non indosseresti mai?

Riduci

  • Riorganizza armadi e guardaroba, vendi quello che non ti serve al tuo negozio dell’usato locale o o donalo ad associazioni caritative. Alleggerirai il tuo carico e renderai disponibili risorse preziose a coloro che desiderano acquistare di seconda mano.
  • Riduci lo shopping compulsivo e crea una lista della spesa settimanale da portare con te prima di andare a fare la spesa. Meno porti a casa, meno rifiuti dovrai affrontare.

Riutilizza

  • Invece di usare articoli monouso prediligi quelli riutilizzabili (bottiglie in vetro, borse della spesa, tovaglioli di stoffa, stracci in microfibra, ecc.).
  • Evita gli sprechi durante la spesa: porta sempre borse riutilizzabili, sacchetti di stoffa per frutta e verdura e, ove possibile, anche barattoli o Tupperware per gli articoli sfusi come cereali, farina, legumi, muesli, frutta secca, noci, ecc. e al mercato. Così non dovrai disfarti di tutti gli imballaggi che avresti dovuto buttare se avessi acquistato questi prodotti dagli scaffali regolari.
  • Riutilizza i sacchetti che già hai in casa per conservare cibo o per altri scopi.

Ricicla

  • Fai conoscenza con le politiche e i luoghi di riciclaggio della tua città, ma pensa al riciclaggio come all’ultima risorsa. Hai prima rifiutato, ridotto o riutilizzato? Metti in discussione la necessità e il ciclo di vita dei tuoi acquisti. Fare shopping è come votare.
  • Acquista principalmente all’ingrosso o di seconda mano quando puoi, ma se devi acquistare prodotti nuovi, scegli vetro, metallo o cartone.
    Evita la plastica ove possibile: gran parte di essa viene spedita dall’altra parte del mondo per essere riciclata e spesso finisce in normali discariche (o peggio ancora, nell’oceano).

Compost

  • Trova un sistema di compost che funzioni per la tua casa e scopri tutto quello che puoi metterci (non solo gli avanzi di cucina, residui di pulizia delle verdure, bucce, pane secco, fondi di tè e caffè, ma anche gli scarti del giardino e del balcone, foglie secche, fiori appassiti, gambi, materiali biodegradabili come carta non patinata, cartone, segatura e trucioli provenienti da legno non trattato, peli di animali e capelli, pelucchi dell’asciugatrice sono tutti compostabili).
  • Trasforma il bidone della spazzatura della cucina di casa in un grande contenitore per il compost. Più grande sarà il recipiente del compost, più è probabile che lo utilizzerai di frequente.
riduci prima di riciclare
Source:  Pinterest

Lo stile di vita “zero rifiuti” inizia con piccoli cambiamenti quotidiani.
Ed è alla portata di chiunque: il cambiamento inizia a casa tua.


Qualche idea di lettura in più: Zero rifiuti in casa. 100 astuzie per alleggerirsi la vita e risparmiare

Per maggiori informazioni: https://zerowasteeurope.eu/

3 commenti su “11 Consigli zero-waste per la tua casa

  1. Un piacere leggere l’articolo dove c’è grande saggezza e amore per l’ambiente

I commenti sono chiusi.