fbpx

Pink Society

lo sguardo rosa sulla società

Giornata mondiale della meditazione

Giornata mondiale della meditazione

“Da bambino, ti stendi sull’erba a guardare le nuvole che passano, e non hai altri pensieri nella mente. Quella è pura meditazione, e crescendo perdiamo questa capacità”
Dick Van Dyke

La Giornata Mondiale della Meditazione, che si è celebrata ieri, è un invito a prendersi del tempo per liberare le nostre menti, ricordandoci che siamo prima di tutto essere umani, persone, e non solo lavoratrici che devono essere produttive, connesse, iperattive.


Storia della Giornata mondiale della meditazione

La storia della Giornata mondiale della meditazione può essere tracciata attraverso la stessa storia della meditazione. La meditazione è da sempre parte integrante di molte religioni ed è documentata per la prima volta in forma scritta nelle Upaniá¹£ad, scritture sacre induiste compilate approssimativamente a partire dal IX – VIII secolo a.C. .

La meditazione ha ancora oggi un ruolo di primo piano in molte religioni, in tutto il mondo, in particolare nel buddismo e in altre fedi orientali, ma è anche praticata da coloro che non sono né spirituali né religiosi, come un modo per alleviare lo stress e liberare la mente.

Nel mondo di oggi la meditazione è vitale, indipendentemente dal fatto che tu sia una persona spirituale o meno: il frenetico trambusto delle attività quotidiane impedisce a molti di noi di trovare un momento di pace. Il nostro cervello sembra non spegnersi mai, non avere mai quiete.

O ci preoccupiamo di cosa dobbiamo fare tra poco, domani, in futuro, o rimuginiamo su cose passate.

benefici della meditazione

I benefici della meditazione

È stato scientificamente provato che la meditazione, se praticata regolarmente, ha effetti positivi sia mentali che fisici.

Alcuni dei principali vantaggi della meditazione includono:

Aiuto contro l’ansia

In tutto il mondo, l’ansia rimane una dei principali problemi di salute mentale. Sebbene nei casi più gravi i medici possano prescrivere farmaci, spesso si tende a provare prima un approccio più olistico.
La meditazione è uno dei metodi olistici più comuni per trattare i sintomi dell’ansia, aiutando le persone a rallentare il battito cardiaco, controllare i pensieri “tossici” e prevenire episodi di ansia.

Rilassamento e riduzione dello stress

Sebbene lo stress sia una risposta corporea del tutto normale, non dovremmo sentirci stressate regolarmente, poiché lo stress costante può causare seri problemi alla nostra salute, tra cui infiammazione e malattia.
La meditazione è un ottimo modo per prendersi una pausa dal mondo frenetico e concentrarsi interiormente su se stesse.
Gli esercizi di respirazione condotti durante la meditazione possono ridurre la pressione sanguigna e abbassare i livelli di stress, calmare la mente e dare al corpo il tempo di riprendersi da periodi di stress prolungato.

Diminuzione delle distrazioni – concentrazione

Oggigiorno il cervello umano è bombardato di informazioni e questo, aggiunto all’uso di Internet e il nostro accesso agli smartphone 24 ore su 24, fa sì che molte di noi lottino per arrivare a concentrarsi su una cosa sola.
Praticare meditazione e consapevolezza incoraggia a pensare al presente, a vivere il momento attuale e ad eliminare le distrazioni, aiutandoci a rimanere concentrate quando è necessario, e quindi a migliorare umore e produttività.

come iniziare a meditare?

… ma come iniziare a meditare?

Uno dei grandi vantaggi della meditazione è che può farlo chiunque e in qualsiasi luogo.
Che tu sia seduta, in piedi, sdraiata a letto, sui mezzi pubblici o nel mezzo di una foresta, chiudi semplicemente gli occhi, concentrati sul fare respiri profondi, e lascia che la tua mente si svuoti dai pensieri.
Se dei pensieri riaffiorano, prendine atto semplicemente, e lasciali andare sulla loro strada, come fossero nuvole che osservi passare.
Continua a respirare profondamente e usa il respiro per approfondire il tuo senso interiore di calma, finché non sarai pronta a riaprire gli occhi e continuare la tua giornata.
Ecco un modo molto semplice di avvicinarsi alla meditazione.

Se ti senti pronta a intraprendere questa strada, ti consigliamo tre libri che abbiamo amato qui in redazione:

Qualunque sia il modo in cui scegli di celebrare la Giornata mondiale della meditazione, ricorda che la meditazione diventa più semplice, e più salutare, se praticata regolarmente.
Quindi prova a meditare una volta al giorno, ogni giorno per i prossimi 10 giorni, e alla fine di questa “challenge”, ti sentirai sicuramente più tranquilla e meno stressata.
Proviamo?